• Rodolfo Felici

La rivista Ferrania rivive in digitale grazie alla Fondazione 3M

Sono da oggi disponibili sul sito di Fondazione 3M tutti i numeri di Ferrania, la storica rivista mensile di fotografia cinematografia e arti figurative pubblicata dal 1947 al 1967.

Ferrania viene pubblicata per la prima volta a Milano nel gennaio del 1947, sotto la direzione del chimico e fotografo dilettante Alfredo Ornano (fino al 1955) e del letterato Guido Bezzola (fino al 1967) e con la curatela grafica del fotografo Luigi Veronesi. Il periodico nasce in seguito all'acquisizione da parte della ditta fotografica Ferrania del Notiziario fotografico, rivista fondata a Ivrea nel 1940 – mensile fino al febbraio del 1946 e successivamente bimensile – diretta da Aristide Bosio il quale continua a far parte del comitato di redazione della nuova testata. [https://it.wikipedia.org/wiki/Ferrania_(periodico)]

La digitalizzazione della rivista Ferrania è stata resa possibile grazie al lavoro di Fondazione 3M, istituzione culturale permanente, snodo di divulgazione e formazione, e proprietaria di un archivio fotografico di 110 mila immagini provenienti dalla storica azienda fotografica italiana Ferrania - acquisita negli anni ‘60 da 3M - e da una serie di donazioni e di acquisizioni avvenute nel corso del tempo. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Ferrania fu una delle più rinomate testate italiane di cultura dell’immagine, su cui pubblicarono fotografi, critici e intellettuali di grande spessore, e che si distinse per il suo approccio multimediale e la sua formula originale e indipendente. Dietro a questa pubblicazione, però, si nasconde anche un’importante storia di imprenditoria e di comunicazione. Per 20 anni, infatti, questa rivista di cultura e tecnica fotocinematografica fu non solo un mensile per fotoamatori di buon livello culturale, ma anche un importante veicolo di comunicazione per i prodotti Ferrania.

Dalla lungimiranza del management dell’azienda Ferrania, che aveva compreso che il mezzo fotografico avrebbe avuto un’impennata di consumi, nel gennaio 1947 nacque l’omonima rivista, che assunse da subito una doppia valenza. Se da un lato, infatti, fu una rivista di cultura visiva, la pubblicazione rappresentò anche un veicolo di pubbliche relazioni ad alto livello dell’azienda, una sorta di house-organ permanente. Tuttavia, non fu sempre semplice difendere questa impostazione nel mondo dei fotoamatori, poiché questi ultimi volevano leggere prevalentemente consigli tecnici e suggerimenti sugli obiettivi, e non apprezzavano le sezioni di più ampio respiro, come ad esempio quella dedicata alla critica cinematografica.

La rivista promuoveva inoltre dei concorsi per giovani fotografi, acquistando e pubblicando gli scatti migliori. Questa iniziativa non solo permise di creare una comunità tra i cultori della fotografia, ma pose anche le basi per la creazione del prestigioso archivio fotografico Ferrania, ora di proprietà di Fondazione 3M, che comprende le foto di numerosi artisti che nel tempo diventarono fotografi di successo.

Tutti i numeri della rivista sono disponibili al sito:

https://www.fondazione3m.it/page_rivistaferrania.php

0 commenti
  • Facebook - Black Circle

Facebook

  • Twitter - Black Circle

Twitter

  • Instagram - Black Circle

Instagram

Invia un suggerimento

logo fotografiamo.png

il blog per chi ama la fotografia b

© 2019 by FotografiAmo.net. Proudly created by studioevidence www.fotografiamo.net

Fotografiamo.net non assume alcuna responsabilità per l'uso che potrebbe essere fatto di qualsiasi informazione o argomento contenuta nel sito, ne può garantirne l'esattezza in ogni minima parte anche se cura e pubblica il materiale con il massimo impegno e buona fede.