Ecco il brevetto Samsung per lo schermo avvolgente con caratteristiche uniche!


Il sito olandese Let's Go Digital ha scoperto un brevetto Samsung di un display avvolgente per un telefono cellulare. A differenza del telefono pieghevole presentato qualche settimana fa, questo brevetto ,recentemente approvato, mostra un display flessibile che si estende dalla parte anteriore del telefono verso l'alto fino a parte del retro dello stesso. Tra gli altri usi, il display posteriore potrebbe essere utilizzato per fornire un'anteprima dell'immagine ai soggetti che si sta fotografando.

Il brevetto descrive molteplici potenziali usi per il display posteriore, come appunto l'anteprima della fotocamera posteriore per i soggetti ripresi. Nel brevetto presentato si descrive anche questo potenziale uso :

"Ad esempio, all'operazione 1620, il dispositivo elettronico può confermare all'utente che desidera effettuare il selfie. Quando viene selezionata la modalità autoritratto, l'unità di controllo del dispositivo elettronico può attivare il display posteriore fornito nella stessa direzione della direzione in cui è montata la telecamera. L'immagine di anteprima generata durante l'operazione 1660 può essere visualizzata attraverso il display posteriore attivato."

Sebbene l'idea di uno smartphone con doppio display non sia nuova, il metodo di Samsung, che utilizza un pannello OLED flessibile per uno schermo avvolgente senza interruzioni è "innovativo".

Come con qualsiasi brevetto, è possibile che Samsung non porti mai sul mercato un dispositivo dotato di questa tecnologia.

#samsung #smartphone #brevetti

  • Facebook - Black Circle

Facebook

  • Twitter - Black Circle

Twitter

  • Instagram - Black Circle

Instagram

Invia un suggerimento

RSS Feed
logo fotografiamo.png

il blog per chi ama la fotografia b

© 2019 by FotografiAmo.net. Proudly created by studioevidence www.fotografiamo.net

Fotografiamo.net non assume alcuna responsabilità per l'uso che potrebbe essere fatto di qualsiasi informazione o argomento contenuta nel sito, ne può garantirne l'esattezza in ogni minima parte anche se cura e pubblica il materiale con il massimo impegno e buona fede.