G-CNG5V1EEK1
 

Canon e la sua strategia riguardo gli obiettivi RF



Questa mattina mi è capitato di leggere una notizia che aspettavo da tempo senza sapere esattamente quando sarebbe arrivata: Samyang sta ritirando la sua offerta di obiettivi compatibili con la baionetta Canon EOS RF. Non sta togliendo dal mercato solamente gli obiettivi autofocus, per i quali si potrebbe pensare a difficoltà di dialogo tra le ottiche e i corpi macchina, ma anche quelle totalmente manuali che di problemi del genere non ne hanno.


Dico che mi aspettavo questa notizia perché da tempo si legge di una certa ritrosia da parte di Canon ad aprire il sistema ai produttori generalisti di ottiche e probabilmente si potrebbe essere arrivati al punto in cui le richieste di licenza non hanno trovato accoglimento da parte del produttore giapponese. Siamo nel campo delle ipotesi naturalmente e queste mie parole vanno lette con la possibilità di smentita da parte di Canon, ma si basano comunque su dati e voci molto più affidabili di quelli che generalmente i complottari usano per cercare di dimostrare qualsiasi cosa, anche la più inverosimile.


Ora la domanda che viene lecito farsi è: perché Canon dovrebbe attuare una strategia del genere? Iniziamo a rispondere a questa domanda vedendo come ha gestito questa situazione il principale competitor che, rullo di tamburi nel caso in cui non ve ne foste accorti, è ormai indiscutibilmente Sony. Sony infatti ha fatto la sua fortuna nel campo delle mirrorless a pieno formato attuando la strategia opposta e chi compra le sue macchine fotografiche ha a disposizione non solo le ottiche originali, comprese quelle da sogno sviluppate in collaborazione con Zeiss, ma anche obiettivi di ogni tipo, qualità e costo prodotti da marchi generalisti. Non che sia stato quello l'unico motivo del suo successo, senza corpi macchina professionali di prim'ordine e una strategia di marketing efficace non sarebbe riuscita a fare molto, ma avere a disposizione un'infinità di ottiche di terze parti ha avuto un suo ruolo.


Quindi perché Canon potrebbe permettersi di fare una scelta del genere? E funzionerà? Mi sento di dire che se veramente Canon non permetterà a terze parti di produrre obiettivi compatibili non sia per un azzardo e che ciò non influirà più di tanto sulle possibilità degli utenti finali per due motivi: il primo è che Canon sta mettendo in campo un sistema di obiettivi che vede crescere i propri componenti di giorno in giorno e non volere che lo sforzo produttivo possa essere ridimensionato dalla concorrenza mi sembra più che lecito. Si tratta di obiettivi totalmente progettati per il sistema EOS R basandosi sull'esperienza fatta sul campo in tanti anni con gli obiettivi EOS EF e lasciare che chiunque possa erodere quote di mercato senza avere nemmeno un briciolo di controllo della qualità delle ottiche proposte probabilmente non piace a qualcuno del controllo di amministrazione.

Il secondo motivo è che comunque chi non ha voglia di investire in nuove ottiche ha la possibilità di comprare un anello adattatore che consente di utilizzare decine e decine di obiettivi di tipo EF a scelta tra originali e di terze parti, nuovi o usati, insomma non si sentirà la mancanza di obiettivi di qualità ed economici per chi non se la sente di investire in ottiche EOS RF.


Per capire se questa strategia funzionerà bisogna invece chiedersi come verrà percepita dagli utenti e qui il discorso si fa complesso perché, se molte persone sono abituate a ragionare con la propria testa, altre tenderanno a far divenire questo un argomento centrale e ne nasceranno infinite discussioni sui social che potranno influenzare chi conosce meno il mercato e il mondo della fotografia in generale. Discussioni dalle quali generalmente è meglio stare alla larga.

#Canon #eosrf #obiettivi

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti