• Rodolfo Felici

Domani gratuito all'Ara Pacis: "Le mura di Roma", fotografie di Andrea Jemolo

Aggiornato il: 29 ott 2019


Riproponiamo questa notizia sul nostro blog di fotografia ricordando che domani, per tutti i residenti nel comune di Roma, l'accesso alla mostra sarà gratuito.

Il museo dell'Ara Pacis a Roma, dal 20 Giugno al 9 Settembre 2018, ospiterà la mostra "Walls - Le Mura di Roma", una campagna fotografica commissionata dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale al fotografo di architettura Andrea Jemolo.

L'operazione intende dichiaratamente ricollegarsi alla tradizione delle campagne fotografiche otto-novecentesche, ed essere il primo passo verso un percorso di valorizzazione di un bene culturale patrimonio della collettività.

Quella di Jemolo è la prima campagna fotografica volta a documentare l'intero percorso delle Mura Aureliane, anche nelle parti non accessibili al pubblico, ed è una operazione dal sapore quasi archeologico, non solo per il tema affrontato, ma per le modalità operative.

Come i suoi predecessori di fine '800 Jemolo ha utilizzato lunghi tempi di posa ed una fotocamera a banco ottico, una Sinar caricata con lastre 10x12, cosa che gli ha consentito ovviamente di correggere le linee prospettiche ed eliminare quasi completamente l'elemento umano dalle immagini, rimanendo in linea con la tradizione della fotografia di architettura inaugurata un secolo e mezzo fa da autori quali Giuseppe Alinari, Carlo Baldassarre Simelli e Giuseppe Felici (trisavolo di chi vi scrive).

La mostra è anche una occasione unica per vedere 50 foto storiche provenienti dal fondo Parker e dall'Archivio Fotografico del Museo di Roma, esposte proprio per suggerire un ideale confronto con le fotografie realizzate da Jemolo.

L'archeologo inglese John Henry Parker fece eseguire a più riprese tra il 1864 e il 1877, da fotografi professionisti, durante i suoi soggiorni a Roma, una raccolta fotografica di oltre 3.300 immagini sulla città e sui suoi dintorni che porta il suo nome. Gran parte degli antichi negativi è andata distrutta in un incendio, tranne alcuni, oggi presso l'Accademia Americana e al Gabinetto Fotografico Nazionale-ICCD, mentre i positivi originali si conservano, oltre che nell’Archivio Fotografico del Museo di Roma, alla Scuola Britannica di Roma e all'Istituto Archeologico Germanico.

"Volevo che le mura, nella loro dimensione, articolazioni e materia, si imponessero con la loro propria forza. Perché ciò potesse avvenire" – spiega Andrea Jemolo - "avevo però bisogno di un contesto cromaticamente neutro, di qui la scelta di fotografare nelle giornate nuvolose. Raccontare un monumento lungo 13 chilometri è stato un processo arduo giocato sul controllo assoluto del rapporto tra manufatto e luce".

Troverete ulteriori informazioni sulla mostra e sull'opera di Jemolo ai seguenti link:

http://www.arapacis.it/it/mostra-evento/walls-le-mura-di-roma-fotografie-di-andrea-jemolo-0

http://www.jemolo.com/aj/index.shtml

Luogo:

Museo dell'Ara Pacis

Orario:

Dal 20 giugno al 9 settembre 2018 Tutti i giorni 9.30-19.30 La biglietteria chiude un'ora prima

Biglietto d'ingresso:

Ingresso gratuito, ad eccezione dello spazio espositivo dell'Ara Pacis, per i residenti a Roma nella prima domenica di ogni mese

Biglietto unico integrato Museo Ara Pacis + mostra “Walls. Le Mura di Roma. Fotografie di Andrea Jemolo, 20.06-09.09.2018 ”: - Intero € 13,00 - Ridotto € 11,00 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza): - Intero residenti € 11,00 - Ridotto residenti € 9,00

#andreajemolo #walls #arapacis #mura #architettura #simelli #felici #alinari #parker

  • Facebook - Black Circle

Facebook

  • Twitter - Black Circle

Twitter

  • Instagram - Black Circle

Instagram

Invia un suggerimento

RSS Feed
logo fotografiamo.png

il blog per chi ama la fotografia b

© 2019 by FotografiAmo.net. Proudly created by studioevidence www.fotografiamo.net

Fotografiamo.net non assume alcuna responsabilità per l'uso che potrebbe essere fatto di qualsiasi informazione o argomento contenuta nel sito, ne può garantirne l'esattezza in ogni minima parte anche se cura e pubblica il materiale con il massimo impegno e buona fede.