State programmando un viaggio negli Stati Uniti e vorreste portare con voi i rullini.

Aggiornato il: 29 ott 2019


Negli aeroporti statunitensi stanno per arrivare dei nuovi scanner futuristici che offrono alla TSA (Transportation Security Administration) una visione 3D istantanea del contenuto dei bagagli a mano, ma allo stesso tempo sono degli oggetti a cui i fotografi (soprattutto gli amanti dell'analogico) devono fare attenzione: possono cancellare i rullini non trasformati con una singola scansione. La TSA e l'American Airlines hanno annunciato a metà del 2018 che avrebbero implementato la tecnologia a raggi X 3D per sostituire i vecchi sistemi di raggi X 2D. Questa nuova tecnologia ha il potenziale per offrire una migliore visibilità e consentire all'operatore di ruotare l'immagine della borsa di 360 gradi per mostrare il contenuto degli oggetti da ogni angolo possibile, aumentando notevolmente la sicurezza.

Le vecchie macchine a raggi X utilizzate per il bagaglio a mano producevano radiazioni relativamente basse rispetto agli scanner per bagagli da stiva, e quindi erano sicure per la maggior parte dei rullini; i nuovi scanner emettono una dose molto maggiore di radiazioni.

Le stesse autorità hanno confermato la notizia, affermando che i check point dotati dei nuovi scanner sono ancora pochi, ma possono realmente rovinare i rullini.

Perciò per la sicurezza delle vostre pellicole è consigliabile disporre i rulli in modo ben visibile al di fuori del bagaglio, e chiedere un ispezione manuale. Sempre che poi uno zelante addetto alla verifica bagagli non decida di aprirli!

#FotografiaAnalogica

  • Facebook - Black Circle

Facebook

  • Twitter - Black Circle

Twitter

  • Instagram - Black Circle

Instagram

Invia un suggerimento

RSS Feed
logo fotografiamo.png

il blog per chi ama la fotografia b

© 2019 by FotografiAmo.net. Proudly created by studioevidence www.fotografiamo.net

Fotografiamo.net non assume alcuna responsabilità per l'uso che potrebbe essere fatto di qualsiasi informazione o argomento contenuta nel sito, ne può garantirne l'esattezza in ogni minima parte anche se cura e pubblica il materiale con il massimo impegno e buona fede.