• Rodolfo Felici

Dirigibili e Grande Guerra nelle fotografie di Francesco Paolo Michetti

Questa sera, dalle 17:00 alle 18:30, all'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione in Via di San Michele 18 a Roma, si terrà il secondo incontro del ciclo di conferenze "A che serve volare 2".

Si parlerà di Francesco Paolo Michetti (1851-1929), pittore e fotografo italiano, e del fondo fotografico delle sue fotografie della Grande Guerra conservato presso l'Aerofototeca Nazionale. L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti.



Dal sito ICCD: La sezione del fondo fotografico Michetti conservata in Aerofototeca Nazionale costituisce parte preziosa e singolare della generale documentazione pervenuta in ICCD. Fino ad oggi quasi del tutto ignote e pertanto trascurate dalla critica, queste fotografie sono databili intorno agli anni del primo conflitto mondiale. La stringente tematica aeronautica è il filo conduttore della raccolta che desta non poche perplessità, data la natura completamente diversa che caratterizza le foto notoriamente appartenenti all’archivio del pittore di Francavilla al Mare. In occasione dell'incontro verranno presentati i risultati della ricerca che si è concentrata sul fondo in questione, con lo scopo di far luce su come e perché questo artista entrò in possesso di  fotografie testimonianti un’ Italia impegnata nella prima guerra mondiale. L'incontro è stato organizzato dall' Aerofototeca Nazionale e sarà tenuto da Arianna Papale.


Maggiori informazioni sul ciclo di incontri  A che serve volare 2

  • Facebook - Black Circle

Facebook

  • Twitter - Black Circle

Twitter

  • Instagram - Black Circle

Instagram

Invia un suggerimento

RSS Feed
logo fotografiamo.png

il blog per chi ama la fotografia b

© 2019 by FotografiAmo.net. Proudly created by studioevidence www.fotografiamo.net

Fotografiamo.net non assume alcuna responsabilità per l'uso che potrebbe essere fatto di qualsiasi informazione o argomento contenuta nel sito, ne può garantirne l'esattezza in ogni minima parte anche se cura e pubblica il materiale con il massimo impegno e buona fede.