G-CNG5V1EEK1
top of page

Il MRO della NASA ha fotografato un "orso" su Marte

Il Mars Reconnaissance Orbiter dell'agenzia spaziale gestito dal team del Lunar and Planetary Laboratory dell'Università dell'Arizona ha rilasciato l'immagine di un "orso" sul lontano pianeta Marte!

Ovviamente non è un orso, molto più probabilmente la frattura frastagliata e circolare potrebbe essere dovuta alla sedimentazione su un cratere da impatto ormai sepolto, mentre il naso forse è uno sfiato vulcanico, la bocca potrebbe essere infine una colate di lava o di fango.




La telecamera HiRISE del MRO

La fotocamera HiRISE, collegata al Mars Reconnaissance Orbiter, pesa ben 65 chilogrammi ed è costituita da un telescopio riflettente con apertura di 19,7 pollici.



È lungo poco più di 1,6 metri, l'esperimento è formato da una potente fotocamera con una lunghezza focale di 12 metri situata di lato in modo che possa guardare continuamente il Pianeta Rosso.




È dotato inoltre di 14 rilevatori, ciascuno coperto da un filtro per le bande di lunghezza d'onda del rosso, del vicino infrarosso o del blu-verde.


L'Hi-RISE può acquisire immagini contenenti fino a 28 gigabyte di dati in appena sei secondi, come descritto nel suo profilo NASA .

bottom of page