Nikon Z50. Il test


Nel novembre del 2019 ho avuto la possibilità di conoscere la nuova Nikon Z50 e in quell’occasione vi avevo raccontato com’era andata in un breve articolo nel quale vi avevo anche detto che mi auguravo di poter avere in futuro un esemplare in prova per potermi togliere alcuni dubbi che avevo avuto. Avevo avuto delle buone sensazioni durante le veloci prove effettuate al chiuso, ma quell’incontro non poteva essere considerato in alcun modo un test. Inoltre avevo ascoltato con interesse le positive impressioni riportate da Alberto Ghizzi Panizza in quell’occasione, ma si sa che una persona chiamata dal marchio, anche quando è autorevole come Alberto, difficilmente potrà dimenticare il suo ruolo istituzionale, per cui ho atteso con trepidazione di poter avere una Z50 in prova prima di parlarne a fondo. Quando mi è stato finalmente inviato un esemplare per un test ho avuto modo di approfondire ciò che avevo lasciato in sospeso ed è nato un lungo test di 8 pagine pubblicato sulla rivista Fotografare.

Oggi, passato qualche tempo da quel test e dopo aver visionato e sviluppato i tanti RAW scattati con la Z50, vorrei parlarvi dell’esperienza che ho avuto da un punto di vista più emozionale che tecnico, chi vuole conoscere in modo più approfondito gli aspetti tecnici della Z50 può sempre chiedere il numero di Fotografare in arretrato o scrivermi personalmente per avere delucidazioni.



Naturalmente quando mi è stato consegnato questo esemplare non posso dire che non avrei saputo cosa aspettarmi, per quanto l’avessi provata in condizioni non ottimali ero comunque riuscito a farmi un’idea delle sue potenzialità. D'altra parte poter provare per giorni la fotocamera in condizioni di luce e di clima ogni volta differenti è un’esperienza che non può essere sostituita in alcun modo.


Utilizzando la Z50 la cosa che più mi ha colpito è che nonostante la baionetta di innesto degli obiettivi sia più grande di quella delle reflex in realtà il complesso corpo macchina più obiettivo, in particolare con il 16-50mm, è leggero e compatto da portare. Qualcuno aveva detto che il peso e le dimensioni con quella baionetta sarebbero state più vicine a quelle delle reflex che alle altre mirrorless APS-C, ma probabilmente non l’aveva ancora vista dal vivo. Secondo me la Z50 è una mirrorless ideale da avere con sé nella vita di tutti i giorni. Alcune volte la portavo nella borsa quasi dimenticandomi di averla con me.



Ho avuto l'occasione di metterla alla prova sia di giorno che di notte trovandola ogni volta pronta. Forse l'unico limite che ho trovato è quando al chiuso ho avuto l'esigenza di alzare la sensibilità dove tutti i limiti del sensore piccolo si manifestano. Non intendo dire che la macchina in tali condizioni sia inutilizzabile, ma se siete abituati a usare una full frame non potrete aspettarvi gli stessi risultati, dovrete usare la Z50 pensando più a una versione innovativa della D7500 che fare un parallelo con le professionali Z6 e Z7, prima o seconda versione non importa perché in ogni caso le differenze saranno sempre molto marcate.



Quando effettuo un test di una fotocamera cerco sempre di scattare qualche foto al tramonto o all’ora blu, non perché vengano considerati i momenti più favorevoli per le particolari condizioni di luce, quanto perché in queste condizioni emergono più facilmente eventuali problemi di progetto. Tanto per fare un esempio da un RAW scattato in queste condizioni si può capire se c'è la presenza di eventuali dominanti. Da questo test l’unica cosa che è emersa è che l’autofocus può risultare talvolta un po’ impreciso, ma se consideriamo la fascia di prezzo e il pubblico a cui questa mirrorless è rivolta non si può parlare di un vero e proprio difetto.

Per il resto la mia sensazione è che si tratti di una buona fotocamera, il suo prezzo sotto i 1.000 euro è corretto e sicuramente prima di Natale sarà possibile usufruire di qualche ulteriore offerta che la renderà ancor più interessante da valutare.



In definitiva ho trovato la Z50 una fotocamera da prendere in considerazione se si è fotoamatori di buon livello, ma per le mie esigenze si tratta più di un secondo corpo macchina che altro visto che ho comunque percepito i limiti del sensore APS-C.


La sensazione che ho avuto è che il principale difetto della Z50 sia quello di essere arrivata tardi, se fosse arrivata molto prima sul mercato avrebbe fatto da traino alle altre mirrorless di casa Nikon, invece in questo modo Nikon ha lasciato il fianco scoperto troppo a lungo ai marchi avversari e questo ritardo ha influito negativamente sull'impressione generale nei suoi confronti.


Se ci si affaccia al mercato partendo da zero per un fotoamatore la Z50 potrebbe rivelarsi un'ottima scelta, il problema per Nikon è che parecchi suoi utenti hanno nel tempo rivolto i loro interessi altrove e se si ha già un corredo di obiettivi di un altro marchio difficilmente si tornerà indietro per tornare a Nikon nonostante questa macchina non abbia nulla da invidiare a corpi come la EOS M6 Mark II, la Fuji X-T30 o la serie di Sony A6000, per non parlare dei corpi Panasonic e Olympus che hanno buone prestazioni, ma un ancor più piccolo sensore micro 4/3.


SCHEDA TECNICA


Innesto Obiettivi: Nikon Z -Mount

Sensore: APS-C (23.5x15.7mm)

Risoluzione Effettiva in megapixel: 20.9

Stabilizzazione sul sensore: No

Supporto di memoria: SD/SDHC/SDXC UHS-I

Sensibilità di riferimento: Da ISO 100 a 51.200, espandibile fino a ISO 204.800

Autofocus: AF ibrido (AF a contrasto e a rilevamento di fase) su 209 punti

Sensibilità AF: -4/+19 EV

Tempi di scatto: Da 1/4000 a 30 sec.

Capacità di Scatto Continuo: 11 fps

Sincro-flash: 1/200 di secondo

Mirino: EVF da 0.39” da 2.36 milioni di punti. Copertura al 100%. Ingrandimento 1.02x

Schermo LCD: 3.15” LCD Touch-Screen da 1.040.000 punti, inclinabile

Interfaccia: Wi-Fi, Bluetooth, USB, Micro HDMI, microfono

Video: 4K 3840x2160/30,25,24p. Full HD 1920x1080/120,100,60,50,30,25,24p

Flash incorporato: Sì, NG 7 a ISO 100

Alimentazione: Batteria al Litio EN-EL25

Dimensioni (in millimetri): 126.5x93.5x60

Peso: 450 grammi (scheda e batteria incluse)



#test #Nikon #Z50 #mirrorless

  • Facebook - Black Circle

Facebook

  • Twitter - Black Circle

Twitter

  • Instagram - Black Circle

Instagram

Invia un suggerimento

logo fotografiamo.png

il blog per chi ama la fotografia b

© 2019 by FotografiAmo.net. Proudly created by studioevidence www.fotografiamo.net

Fotografiamo.net non assume alcuna responsabilità per l'uso che potrebbe essere fatto di qualsiasi informazione o argomento contenuta nel sito, ne può garantirne l'esattezza in ogni minima parte anche se cura e pubblica il materiale con il massimo impegno e buona fede.