G-CNG5V1EEK1
top of page

Non c'era una volta la GoPro



Gli appassionati di Formula 1 sanno benissimo quante videocamere siano presenti oggi sulle monoposto moderne. Queste consentono di osservare l'azione in pista da ogni angolazione e di avere una visione completa della situazione pressoché in tempo reale. Da qualche anno la Formula 1 ha iniziato ad adottare una videocamera per le riprese a 360° montata sul muso, poco davanti all’Halo, e addirittura una microcamera montata all'interno del casco di alcuni piloti. Non è però sempre stato così e nonostante la Formula 1 sia sempre all'avanguardia della tecnologia del momento spesso ci sono stati in passato esperimenti realmente bizzarri nel tentativo di mostrare agli appassionati il punto di vista del pilota.


Qualche giorno fa mi sono imbattuto in questa curiosa foto di Graham Hill, pilota iconico per ogni appassionato di motorsport, vincitore del campionato del mondo di Formula 1 del 1962 con la BRM P57 e nel 1968 con la Lotus 49 e unico pilota nella storia a ottenere la Tripla Corona (vittoria nel GP di Monaco F1, 500 Miglia di Indianapolis e 24h di Le Mans). Graham Hill è anche il padre del campione del mondo di F1 1996, Damon Hill. Il baffo volante purtroppo  scomparve nel 1975 a causa di un incidente aereo, mentre era impegnato nel progetto di diventare costruttore di F1.


Negli anni ‘60 Graham Hill si prestò a un curioso esperimento, quello di fissare al casco una Nikon F come oggi faremmo con una GoPro per scattare delle foto da un punto di vista inedito. Purtroppo nonostante le abbia cercate non sono riuscito a trovare il risultato di questo esperimento e ciò mi fa presumere che le cose non abbiano funzionato per il meglio.


Commenti


bottom of page